Il legno

Introduzione

Il legno è uno dei materiali più antichi presenti sulla Terra. Se pensiamo ai primi strumenti e alle prime costruzioni della storia, dai bastoni per la caccia agli utensili da cucina, dalle capanne ai carri fino alle imbarcazioni e agli aerei, esso ne è un protagonista. Ancora oggi, nonostante l’avvento di altri materiali, il legno rimane quello più gettonato nelle nostre scelte quotidiane. Grazie alle sue ottime caratteristiche di robustezza e resistenza, trova vasto impiego nell’edilizia, nell’industria del mobile, in quella navale e come combustibile. Inoltre, essendo un derivato del regno vegetale, costituisce una risorsa rinnovabile e non esauribile, se sfruttata in maniera razionale.

 

Che cos’è?

Dal punto di vista tecnologico, si intende per legno, l’insieme di tessuti vegetali che costituisce il tronco di alberi e arbusti. Esso si ricava sia dalle conifere sia dalle latifoglie. Le piante che non lo producono sono dette erbacee.

Il legnoCONIFERAIl legnoLATIFOGLIA

 

Struttura del tronco

 

 

Esso è costituito da anelli concentrici. La parte legnosa vera e propria, da cui si ricava il legno utilizzato industrialmente, è suddivisa in durame o cuore, parte più interna e scura che si presenta compatta e omogena; e in alburno, componente più esterna e chiara. Man mano che l’albero cresce, in una zona detta cambio, vengono prodotte nuove fibre, che generano anelli di alburno. Osservando tali anelli, è possibile notare una differenza tonale dovuta alle diverse velocità di crescita nel corso delle stagioni dell'anno: dalla zona più leggera e chiara della crescita primaverile a quella più scura e compatta dell'autunno. Gli anelli sono più marcati se l'albero cresce in zone temperate, dove le stagioni sono più diversificate. Una volta completata la crescita, l’alburno diventa inattivo e si trasforma in durame.

 

CONTINUA….


LP Wood S.r.l.

Viale San Bruno, 53 - 88046 Lamezia Terme (Cz) Italia